Massimiliano De Mattia

Milano 1974 – 2018. Gli studi formativi si rivolgono a maturare quella che è stata la sua prima passione: quegli studi scientifici che tanto raccontano su come sono fatte le cose, come funzionano… fino a laurearsi in Ingegneria presso il Politecnico di Milano. Tuttavia non si limita a osservare le cose e a come funzionano. Già durante la formazione scientifica manifesta un interesse sulle relazioni artistiche e sensoriali che legano i rapporti tra le persone e il contesto in cui vivono. Posa lo sguardo su quel “come siamo fatti noi, come funzioniamo”. E così conosce Dedalo, era il 1998. Frequenta la scuola di recitazione e, terminato il percorso formativo, partecipa a laboratori e studi professionali per attori. Nel 2004 entra a far parte del corpo docenti di Dedalo. Sono anni di insegnamento e parallelamente di apprendimento. Lo sguardo è verso gli allievi, quel loro modo di intendere e interpretare che non può che essere sempre diverso e specifico per ogni allievo, per ogni classe. Un insegnamento in cui ci si trova a rielaborare, a riapprendere, a modificare qualcosa che diventa sempre nuovo per chi ascolta solo perché è altrettanto nuovo per chi insegna. Massimiliano durante questi anni frequenta sia l’aula che il palco: lavora a spettacoli teatrali come attore e in altre occasioni come regista e drammaturgo. A Dedalo insegniamo la recitazione teatrale guardando al palco e tenendo comunque un occhio verso la macchina da presa. Questi i due punti di vista sulla recitazione, quello del Teatro e quello del Cinema, che spesso si favoriscono a vicenda se tenute vicino. Col fine di sperimentare il significato dello sguardo di una telecamera, Massimiliano intraprende diverse collaborazioni come attore in cortometraggi organizzati da produzioni di media dimensione.

A Massimiliano è dedicato un fondo donazioni.

Camilla Antoniotti

Camilla Antoniotti nasce a Milano nel 1980. Si appassiona al teatro durante gli anni del liceo ma sarà solo con l’Università che inizierà a frequentare i primi corsi di recitazione. Recita su diversi palcoscenici e davanti alle telecamere. Vince il premio come miglior attrice al Festival Cortinametraggio e recita nel cortometraggio “Magic Alps” che arriva nella cinquina finalista dei David di Donatello. La sua più grande passione, il vero lavoro del cuore, rimane l’insegnamento della recitazione teatrale – creare qualcosa insieme con gli allievi è il dono più grande. Ora vive e lavora tra Milano e Berlino, dove partecipa al progetto Fräulein Brehms Tierleben.

Francesco Bittasi

Francesco Bittasi nasce a Milano nel 1980. Nel 1999 si iscrive al primo corso di recitazione teatrale; è l’inizio di una strada che non verrà più lasciata. Recita in diversi film, pubblicità e videoclip. Con la casa editrice Edizioni del Gattaccio pubblica il romanzo “Al punto che disturbi” (che ottiene la seconda ristampa) e una raccolta di poesie “Abbiamo fatto trenta”. È co-fondatore della compagnia teatrale Oclap dove cura la regia e la drammaturgia di tre spettacoli, uno dei quali, “Le radici in oclap”, raggiunge la finale alla rassegna nazionale Underground. Attualmente insegna a Dedalo Teatro recitazione teatrale e dizione.

Marco Scotuzzi

Marco Scotuzzi Insegnanti - Dedalo TeatroMarco Scotuzzi nasce a Brescia nel 1983. Studia cinema e fotografia e durante gli anni dell’Università si avvicina alla recitazione, convinto che ogni regista debba conoscere l’esperienza di stare di fronte a una telecamera o su un palcoscenico. Fonda la Nieminen Film, è partner di Device Milano ed è programmatore dell’Orvieto Cinema Fest. Negli anni continua a studiare recitazione (prima con Roberto Fossati e Laura Butti e poi) con Dominique De Fazio. Dirige con Andrea Brusa diversi cortometraggi, tra cui “Respiro” e “Magic Alps”, che arrivano nella cinquina finalista dei Nastri D’Argento e dei David di Donatello. Con Andrea sta ora dirigendo il suo primo film, “Le Voci Sole”.

Matteo Fossati

Matteo Fossati Insegnanti Dedalo TeatroMatteo Fossati nasce a Milano nel 1984. Studia cinema e montaggio durante gli anni Universitari, si avvicina alla recitazione pensando di dover conoscere ogni aspetto del linguaggio Cinematografico e della magia del Cinema. Fonda con altri tre amici una casa di produzione (Don’t Movie S.r.l.) e si unisce a una compagnia teatrale composta da ex-allievi di Dedalo (Latobliquo), sperimentando ed approfondendo sul campo quello che ha imparato.

Laura Tombini

Laura Tombini nasce nel 1978 a Milano. Inizia a studiare recitazione al liceo per poi frequentare corsi e laboratori teatrali presso diverse associazioni culturali milanesi, fino ad approdare a Dedalo, dove segue il percorso di recitazione teatrale e quello di recitazione cinematografica. Diventa insegnante presso l’associazione nel 2005. Negli ultimi quindici anni recita in diversi spettacoli teatrali con diverse compagnie, monologhi radiofonici e cortometraggi, tra i quali “Respiro”, di Nieminen, che arriva nella cinquina finalista ai Nastri d’Argento.

Carmelo Baldassarre

Carmelo Baldassarre nasce a Reggio Calabria nel 1974. La passione per il teatro inizia presto, ma è con l’arrivo a Milano che comincia a studiare recitazione e a unirsi ad alcune compagnie amatoriali. Studia con Roberto Fossati, Laura Butti, Massimiliano de Mattia. Dopo alcuni anni entra a far parte della compagnia Latobliquo e intanto prosegue la sua formazione. La passione continua e così anche la voglia di confrontarsi con gli altri e di salire sul palco.

Rosa Ierardi

Rosa Ierardi Insegnanti Dedalo TeatroRosa Ierardi nasce a Petilia Policastro, un piccolo paese dell’entroterra calabrese nel 1980. La sua grande passione per il teatro nasce tra i banchi del liceo classico, grazie all’incontro con i classici greci e latini. A Milano poi nel 2011 incontra per caso Dedalo Teatro ed ha la possibilità di studiare con Camilla Antoniotti, Massimiliano De Mattia, Laura Butti e Roberto Fossati, che le permettono di confrontarsi e sperimentare con un mondo nuovo e ricco di esperienze. Partecipa ad alcuni seminari del Maestro Dominique De Fazio. Qualche tempo fa qualcuno le ha chiesto di chiudere gli occhi e di pensare alla cosa il più possibile vicina al Nirvana per lei: senza persarci troppo, ha risposto: il mio Nirvana è la sensazione dei piedi nudi sul palco ed il calore del legno, nessun altro spazio e tempo possono essere meglio di questo.

Jacopo Odoni

Jacopo Odoni nasce a Milano nel 1990. Subito dopo il liceo si appassiona al teatro e decide di studiare recitazione. Dopo i primi anni di recitazione teatrale (con Camilla Antoniotti, Massimiliano De Mattia, Laura Butti e Roberto Fossati) si avvicina anche alla recitazione cinematografica e impara le differenze tra recitare su un palcoscenico e recitare davanti alla macchina da presa (grazie all’insegnamento di Marco Scotuzzi e Matteo Fossati). Partecipa a numerosi spettacoli e cortometraggi e nel 2016 partecipa come attore protagonista nello spettacolo “Al punto che disturbi” scritto e diretto da Francesco Bittasi.